MASSIGNANO – «Si riparte dopo un anno di stop dovuta ai problemi economici. E la ripartenza non è stata indolore, ci sono stati dei tagli, ma non potevamo non rimetterci in gioco». A spiegare l’assenza dell’estate 2009 e la nuova edizione di CortoperScelta 2010, la settima, è Enrico De Angelis, presidente dell’associazione “Arancia Meccanica”, che spiega anche l’assenza di Dante Albanesi, storico direttore artistico del festival del cinema breve: «Abbiamo dovuto rinunciare alla direzione artistica – continua – ma la rinuncia è stata dell’elemento organizzativo, – così come è stata eliminata la giuria esterna – non di Albanesi, che speriamo di poter reinserire dall’anno prossimo».

Lo slogan di quest’anno è “Facciamola corta” e saranno due i week-end che vedranno protagonisti i cortometraggi a Montefiore dell’Aso e Massignano, gli unici due Comuni che hanno resistito e che, nonostante la crisi, come spiegano l’assessore alla cultura di Massignano Nazzareno Rossi e il consigliere comunale di Montefiore Alice De Carolis, hanno deciso di continuare ad investire e supportare questo festival.

Oltre venti le produzioni di registi emergenti partecipanti al concorso, corti d’autore e una serie di iniziative collaterali sempre dedicate al mondo delle arti visive in movimento, a partire da  venerdì 17 e  sabato 18 settembre a Montefiore dell’Aso (nella della Sala Adolfo de Carolis del Polo Museale) e in conlcusione venerdì 24 e domenica 26 settembre a Massignano presso la sala del Centro di Aggregazione Giovanile.

Quest’anno, per la cronaca, non è stato messo in scena nessun bando di concorso, ma la selezione delle opere è stata fatta in base a quelle arrivate lo scorso anno, che si contenderanno il premio Cortoitalia.

Una importante novità per Massignano, ma anche per tutto il territorio, sarà la Cineteca PicenoCinema, che verrà inaugurata sabato 25 settembre alle 18,30 presso la sala espositiva ex-lavatoio. La cineteca raccoglierà ed esporrà le immagini del cinema degli anni ’40, ’50 e ’60. Il materiale è su donazione del nipote dei fratelli Aristide e Arnaldo Laureti di Massignano, Alito Laureti, che nel 1942 aprirono il “Cinema Impero”, con proiezioni itineranti in piazza, che dal 1945 diventerà lo storico “CinemaPiceno” a Cupra Marittima.

«Prima il cinema – spiega Giuseppe De Angelis, di Arancia Meccanica – era un momento di aggregazione, di discussione. Aveva un significato diverso, profondamente culturale, e non economico. Il Cinema dei fratelli Laureti ha cambiato il nostro territorio in questo senso, dando la possibilità di sentirsi parte di un qualcosa, è stato il centro della cultura audiovisiva del nostro territorio».

Oltre al concorso, ricco il programma di questa ripresa, a partire dai focus, fra cui il documentario dedicato ad  Andrea Pazienza, “Altrosogno”, realizzato da Dante Albanesi con la collaborazione di Enrico e Giuseppe De Angelis. Il corto dedicato al noto fumettista – che verrà proiettato sabato 18 settembre a Montefiore dell’Aso e domenica 26 settembre a Massignano – è completamente autoprodotto, è riuscito a raggiungere la passerella del Lido di Venezia, in occasione della 67^ Mostra del Cinema e si è aggiudicato il Primo Premio al VideoConcorso Francesco Pasinetti di Venezia.

Altro focus sarà “Il signor P2” di Claudio Moschin, un’ inchiesta/intervista su Licio Gelli. Un nuovo capitolo delle inchieste del regista milanese, inviato speciale per la Televisione Svizzera – RSI, autore di reportage e documentari trasmessi da numerose tv italiane e straniere, in proiezione sabato 18 settembre alle 22 a Montefiore dell’Aso.

Non da meno “Dan Fante an american Writer”, di Flavio Sciolè. Un ritratto dello scrittore americano Dan Fante, figlio di John Fante filmato a Potenza. Alla proiezione di venerdì 24 settembre a Massignano, sarà presente l’autore.

Durante le prime due serate del Festival verranno inoltre proiettati i corti vincitori della Sezione CortoItalia2008, (“Muto di BLU” e “Le memorie dei cani” di Simone Massi) e i Corti vincitori della sezione CortoMarche2008 (“Sotto il mio giardino” di Andrea Lodovichetti e “Elliott” di Posto delle Fragole).

Venerdì 17 settembre a Montefiore dell’Aso un altro “collaterale”, uno spettacolo poliedrico con loop musicali, narrativa iperrealista e disegni estemporanei, un intreccio tra i suoni e le parole di Francesco Anzivino e le illustrazioni in tavoletta grafica di Marco Piunti. È il reading “Vetro a margine- reading a colori” realizzato dall’associazione Puntoinfinito «È una proposta multisensoriale spiega Francesco Anzivino di puntoinfinito -. Una riflessione sulla finestra in quattro racconti, realizzata “fermando un’immagine” che raccoglie in se tutti gli input, dal racconto alla musica, al visivo».

Non viene messo da parte il corto dedicato ai bambini: sabato 25 settembre, in occasione della giornata mondiale “Puliamo il Mondo”, il festival organizza la mini rassegna “Ecovideo. I corti dell’ambiente”. Nel corso della mattinata presso la scuola media Murani di Massignano verrà proiettata una selezione dei cortometraggi prodotti dal Laboratorio Millelire di Torino, da anni impegnato nell’educazione alla creazione audiovisiva nelle scuole elementari e medie.

E nel pomeriggio/sera, sempre a Massignano, dopo l’inaugurazione della Cineteca PicenoCinema, verrà proiettato il documentario di Don Celso Giardinà dal titolo “Storia di Massignano anni ’50 e ‘60”, alle ore 21.30 presso la sala espositiva ex lavatoio.

L’ingresso a tutte le serate è libero, l’inizio delle proiezioni è previsto per le ore 21,30.

Per informazioni: www.cortoperscelta.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 154 volte, 1 oggi)