GROTTAMMARE –  Questo inizio di torneo in Eccellenza Marche dopo sole 3 giornate disputate, ha evidenziato un Grottammare sfortunato nelle gare in trasferta, entrambe perdute causa soprattutto episodi arbitrali sfavorevoli. Infatti sia alla prima giornata ad Urbania (rigore inesistente con cui la squadra di casa ha iniziato la rimonta pareggiando un incontro poi vinto) che alla terza, domenica scorsa a Macerata (rigore dato alla Maceratese dopo pochi minuti e non successivamente concesso al Grottammare che è pure rimasto in 9 subendo 2 espulsioni) la squadra di Del Moro si sente penalizzata.

Il Patron Furnari non ha gradito la direzione di gara di Serfilippi (lo stesso che la scorsa stagione in casa del Piano San Lazzaro lasciò i rivieraschi anche in quella circostanza in 9) di Pesaro, ed è tornato a sfogarsi come fece diverse volte la scorsa stagione (nella quale mandò anche un dossier di protesta alla Federazione), soprattutto dopo un Biagio Nazzaro-Grottammare (diretta da Petrini di Fermo) finita 3-3 in cui alla squadra di casa furono assegnati tre rigori (uno dei quali venne sbagliato) di cui due molto dubbi.

Queste le parole del presidente biancoceleste: «Ammetto che se abbiamo perso a Macerata, le responsabilità maggiori sono le nostre, giudico però l’arbitraggio di domenica scorsa alquanto penalizzante. La direzione di gara ha condizionato a mio avviso pesantemente con le sue decisioni una gara che poteva anche finire in parità tra due buone squadre che tutto sommato si equivalgono. E senza le due espulsioni forse ce la saremmo giocata diversamente, come abbiamo comunque fatto anche in 10 uomini dal 25′, portando seri pericoli alla retroguardia maceratese con Ludovisi e Traini. Non discuto il rigore assegnato dopo pochi minuti alla Maceratese-prosegue il patron biancoceleste- che ci poteva anche stare, ma mi rifaccio a quello non concesso a noi per un fallo netto su Ludovisi. E poi le ammonizioni comminate solo ai nostri danni, quando la partita è stata giocata in maniera maschia da entrambe le squadre.
Inoltre le espulsioni sono state un po severe , si ok il fallo di reazione di Bollettini c’è stato ma non è stato ugualmente punito il giocatore biancorosso che lo ha portato al gesto con un precedente brutto fallo ai suoi danni. Senza dimenticare-conclude Furnari- che questo arbitro è lo stesso che lo scorso anno al Dorico di Ancona contro il Piano San Lazzaro (che vinse poi 2-0 la partita) ci lasciò in 9 anche in quell’occasione (sull’1-0 per i dorici furono espulsi il neoentrato Vrioni e l’allora ancora giocatore-allenatore Del Moro)».

Paradossalmente la partita di mezzo alle due sfortunate trasferte citate, quella cioè di mercoledì scorso, vinta in casa dai rivieraschi contro l’Urbino, col contestato rigore guadagnato da De Angelis (infortunatosi dopo l’atterramento del portiere Vescovi che aveva causato il rigore giudicato da Ceccarini inesistente) e trasformato da Ludovisi, che aveva scatenato le lamentele del tecnico urbinate Ceccarini all’indirizzo del direttore di gara (Mario Paoletti di Ascoli) non ha portato nulla ai feltreschi (sconfitti dall’Ancona) ma ha avuto ripercussioni casuali e non certo volontarie sui biancocelesti.
La partita di Macerata ha determinato la squalifica per un solo turno dei due espulsi Giovagnoli e Bollettini, ma soprattutto la mano pesante del giudice sportivo sul responsabile dell’area tecnica Pino Aniello (stizzito dall’attegiamento a senso unico avuto in campo dal Signor Serfilippi) che seppur non espulso in base al referto arbitrale è stato squalificato per un mese (fino al 13 ottobre) per presunte frasi irriguardose che avrebbe proferito alla fine del primo tempo e a fine partita al direttore di gara.
Domenica la squadra di Del Moro cercherà riscatto tra le mura amiche ospitando al Pirani la neopromossa e ancora imbattuta Belvederese, reduce dal pari interno con l’Atletico Piceno (neopromosso, che ha ottenuto a Belvedere Ostrense il suo primo punto in Eccellenza). L’incontro del Pirani sarà diretto dal Signor Salvucci di Macerata.

Intanto impazza il mercato d’Eccellenza Marche e secondo voci la Fermana sarebbe vicina al difensore Daniele Vitali (svincolatosi dall’Ancona 1905 e già giocatore della Fermana in C1) ma soprattutto all’ingaggio del bomber Christian Riganò (ex Fiorentina, Messina, Empoli, Levante [liga spagnola] ecc.). Il Montegranaro ha invece riabbracciato l’attaccante camerunense Laurent Sanda (uno dei marcatori nel già citato 2-0 subito dal Grottammare la scorsa stagione in casa del Piano San Lazzaro) e l’esterno offensivo Castellano che si vanno ad aggiungere agli acquisti del centrocampista ex Grottammare e Centobuchi Francesco Polenta e della seconda punta Pettinari, quest’ultimo prelevato dalla Recanatese. Inoltre la squadra fermana ha ceduto al Biagio Nazzaro Chiaravalle l’attaccante Mirco Camilletti.

Sotto riproponiamo il tabellino e le azioni principali che hanno scritto il risultato di Fulgor Maceratese-Grottammare.

FULGOR MACERATESE – GROTTAMMARE 1899 2-0 (1° T. 1-0)
FULGOR MACERATESE: Armellini , Romagnoli , Borgiani (85’ Nwanze), Trillini, Stefano Del Moro , Grcic , Juvalè , Croceri , Cacciatori , Belkaid (66’ Borioni), Ramadori (76’ Pierfrancesco Cardinali). A disposizione: Martinelli, Benfatto, Bruno, Eclizietta. Allenatore: Gilberto Pierantoni.
GROTTAMMARE: Camaioni (91), Falà (92), Adamoli , Traini , Giovagnoli , Corradetti (83’ Oddi), De Angelis , Nardini , Ludovisi , Orlandi , Parma (69’ Bollettini ). A disposizione: Pompei (93), Faraone, Piemontese (92), Cataldi (92), Allevi (92). Allenatore: Paolo Del Moro.
ARBITRO: Sig. Luca Serfilippi della sezione di Pesaro coadiuvato dai Sigg. Luca Quintili della sezione di Ascoli Piceno e Luca Evandri della sezione di Fermo.
RETI: 10’ Croceri (F. M.) su rigore, 70’ Juvalè (F.M.).
Espulsi: al 25’ Giovagnoli (G) per doppia ammonizione, 75’ Bollettini (G) per fallo di reazione.
Ammoniti: Giovagnoli, Traini e Falà (G).
Angoli:3-6.
Recuperi: 1+3.
Note: Gara giocata al Della Vittoria (in attesa che torni disponibile l’Helvia Recina ancora in fase di ristrutturazione)

AZIONI PRINCIPALI: All’ 8’ Giovagnoli atterrava Cacciatori in area e Serfilippi di Pesaro indicava il dischetto del rigore. Croceri trasformava nonostante Camaioni avesse intuito la traiettoria.
Al 25’ veniva espulso Giovagnoli per doppia ammonizione, la prima per un brutto fallo su Juvalé, la seconda invece la rimediava subito dopo per proteste.
I biancocelesti in 10 facevano comunque tremare la difesa della Fulgor.

Al 33’ Ludovisi veniva atterrato da Grcic in area, ma questa volta il rigore non veniva concesso.
Al 70’ Ramadori partiva in contropiede, la difesa del Grottammare non riusciva a chiudere l’incursione, e l’assist del biancorosso giungeva al compagno di squadra Juvalé, che siglava il 2-0.
Cinque minuti dopo (75’) veniva espulso il nuovo entrato (era entrato 6 minuti prima) Bollettini (rosso diretto) per presunto fallo di reazione dopo una brutta entrata ai suoi danni.

Classifica Attuale: Elpidiense Cascinare, Fulgor Maceratese e Tolentino 7, Sangiustese e Urbania 6, Ancona 1905, Belvederese, Fortitudo Fabriano e Real Montecchio 5, Cingolana, Fermana, Real Metauro e Vis Pesaro 4, Grottammare e Urbino 3, Biagio Nazzaro Chiaravalle 2 , Atletico Piceno , Corridonia e Montegranaro 1, Centobuchi 0

Prossimo turno 4° Giornata di andata (Domenica 19 settembre ore 15:30):
Ancona 1905-Cingolana; Atletico Piceno-Urbania; Corridonia-Urbino; Centobuchi-Fulgor Maceratese (anticipata a sabato 18 alle ore 16); Elpidiense Cascinare-Vis Pesaro; Fortitudo Fabriano-Fermana; Grottammare-Belvederese; Real Montecchio-Biagio Nazzaro Chiaravalle; Sangiustese-Montegranaro (si giocherà sul neutro del Ferranti di Porto Sant’Elpidio); Tolentino-Real Metauro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 289 volte, 1 oggi)