MONTEPRANDONE – Una delegazione picena è approdata in Amazzonia, dove è venuta a contatto con una realtà completamente diversa dalla nostra, fatta di grande povertà ed estreme disparità sociali. Il gruppo, formato dal sindaco Stefano Stracci, dal presidente dell’associazione missionaria “Croce del Sud” don Francesco Ciabattoni e tre volontari sambenedettesi, ha visitato prima Belem, capitale del Parà, per poi dirigersi verso Breves, città dell’isola fluviale di Marajò dove è situato il centro di assistenza fondato dieci anni fa da don Francesco.

Questo è una casa di accoglienza che dona assistenza scolastica ai tanti ragazzi che vivono nelle favelas e non dispongono di un ambiente tranquillo e adatto allo studio.  «L’associazione Croce del Sud – ha detto Stracci – non svolge un’azione di beneficienza classica: più che portare i viveri porta esperienze ed una vicinanza che fa sentire queste persone meno sole».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 703 volte, 1 oggi)