MONTEFIORE DELL’ASO – Visto il fermento e la grande attesa intorno all’evento, a pochi giorni dall’inizio della settima edizione del Festival del Cinema breve, che quest’anno si terrà venerdì 17 e sabato 18 settembre a Montefiore dell’Aso presso la sala Adolfo De Carolis e il 24 e 26 settembre a Massignano, l’associazione “Arancia Meccanica” ha deciso di rendere noti i nomi delle venti opere in concorso, ma non solo.

Ecco gli autori selezionati per la sezione CortoItalia: 97.4 di Alessandro Abbate e Alessandro De Cristofaro, Anima incompresa di Erika Fiscella, L’anima mavì di Julia Gromskaya, L’arbitro di Paolo Zucca, Asade di Daniele Balboni, Il cappellino di Giuseppe Marco Albano, Forte debolezza di Francesco Costantini, He – Helium di Giuseppe Schettino, Lavatrici Siderali di Massimiliano Sbrolla, Il maggio di San Giuliano di Marco Cruciani, Una mela al giorno di Vito Palumbo, Il metodo Proitzer di Francesco Costantini, La moglie di Andrea Zaccariello, Non vedo l’ora di giocare di Giacomo Mondadori, Pizzaboy di Corrado Ravazzini, Rosa shocking di Silvia De Gennaro, Sindrome comune di Gruppo Quarantena, Someday di Andrea Bancone, TV di Andrea Zaccariello, La zuppa di pietra di Christian Carmosino.

Inoltre sono stati svelati i titoli di alcuni cortometraggi d’autore che verranno proiettati durante le serate del festival: Altro sogno di Dante Albanesi, un omaggio ad Andrea Pazienza; Dan Fante an american writer di Flavio Sciolè; l’inchiesta su Licio Gelli di Claudio Moschin dal titolo Il signor P2.

Infine tanti gli eventi collaterali al festival, come “Ecovideo”, la selezione di corti dedicati all’ambiente e in collaborazione con il Comune di Massignano, “Cineteca piceno cinema”: immagini, manifesti, cartoline dell’epoca d’oro pensati per esplorare l’infinito universo delle forme brevi della settima arte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)