SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’avvio del Centro prenotazioni unico regionale si è rivelato un enorme fallimento e sta mandando su tutte le furie sia gli operatori che i cittadini”. Lo affermano Giuseppe Donati, segretario generale Cisl Funzione Pubblica e Francesco Massari, delegato della medesima sigla presso l’ospedale civile.
Martedì disservizi e telefoni occupati erano stati segnalati anche dalla stampa regionale. 
Affermano i due sindacalisti: “Il sistema informatizzato che è stato predisposto per le prenotazioni di esami e prestazioni sanitarie in tutta la regione subisce da lunedì continue interruzioni e provoca lunghissime file agli sportelli degli ospedali di San Benedetto, Fermo ed Ascoli Piceno. E’ un sistema farraginoso, che va in tilt facilmente e di sicuro non semplifica la vita di nessuno, anzi”.

Concludono Donati e Massari: “I disagi che tutti stanno vivendo nell’effettuare le prenotazioni delle prestazioni sanitarie, siano esse effettuate via telefono o personalmente ai punti di prenotazione, non sono in alcun modo attribuibili al personale addetto ma ad una approssimativa gestione di un importantissimo servizio qual è il CUP da parte della Regione Marche e dall’Assessorato alla sanità”.

                                                                                               

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 193 volte, 1 oggi)