SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non un velo di tristezza, neanche un accenno di polemica. Elisa Spina al contrario gioisce come se avesse vinto e a pochi minuti dalla conclusione della 71esima edizione di Miss Italia – che ha visto trionfare Francesca Testasecca – racconta con soddisfazione in esclusiva a Riviera Oggi la sua esperienza. «Ho conosciuto persone splendide come Eliana Cartella e Martina Lombardo, due ragazze che partecipavano al concorso», dichiara entusiasta la diciassettenne sambenedettese.

Nessun rammarico dunque.

«No, me l’aspettavo anche se tante colleghe mi pronosticavano tra le favorite. Sono felicissima, credo ci fossero giovani più portate di me».

Alla giuria vip che lunedì sera ti ha bocciato cosa senti di dire?

«Niente. Evidentemente quei voti erano giusti. Li accetto senza problemi, come avevo accettato gli 8 della puntata precedente».

Ripeteresti questa esperienza?

«Assolutamente no. E’ stata un’emozione unica e quindi irripetibile. Tutto è avvenuto improvvisamente. Lo stress è stato immenso. Ora voglio solo tornare alla normalità, a casa, dalla mia famiglia, dai miei amici. E mercoledì riprenderò ad andare a scuola».

Però continuerai a sognare il mondo dello spettacolo…

«Sì, sogno il cinema e vorrei proseguire su quella strada».

A tal proposito, in molti ti hanno accostato a Carla Bruni.

«Parecchi mi hanno fatto notare la somiglianza. Sono felice del paragone, mi piace. Lo reputo un grosso complimento».

Ci sono stati episodi negativi in queste settimane di gare?

«Affatto. Ricorderò ogni momento con amore. Mi è capitato spesso di piangere, ma sempre e solo di gioia, mai di dolore».

Di ansia invece suppongo tu ne abbia avuta.

«Certo. Soprattutto nel corso delle presentazioni in diretta e durante la prova di recitazione con Roberto Farnesi, che oltretutto mi piace molto. Sarei voluta sprofondare! Sono timidissima di carattere».

Per concludere, dicci il tuo parere sulle due “padrone di casa”, Patrizia Mirigliani e Milly Carlucci. Vi sono state vicino?

«Con Patrizia si è creato un bel rapporto. Essendo l’organizzatrice era la più attenta alle nostre esigenze e quella con cui c’era maggior contatto. E’ una bella persona. Riguardo alla Carlucci, la incontravamo poco, giusto per le prove. Si dedicava più all’aspetto televisivo essendo la conduttrice».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.152 volte, 1 oggi)