ALBA ADRIATICA – Picchia i Carabinieri che lo fermano perché percorreva in bici una strada controsenso. Un semplice richiamo da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo di Alba Adriatica, impegnati in un controllo alla circolazione stradale, si trasforma in una colluttazione che si conclude con un arresto.

A finire in manette è stato un marittimo di 36 anni, Luca Cardinale, che sabato sera,in evidente stato di ebbrezza aveva preso contromano una strada a senso unico che sbocca sul lungomare di Alba Adriatica. I militari, alla vista della bicicletta che sbandava hanno fermato l’uomo e chiesto i documenti. Gli hanno poi intimato di guidare con attenzione, ma il 36enne si è innervosito a tal punto da scagliarsi sui due Carabinieri. Ne è nata una colluttazione che si è poi conclusa con l’arresto dell’uomo per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento aggravato. In uno scatto d’ira infatti ha anche colpito con dei calci la portiera dell’auto di servizio danneggiandola. I due militari nell’aggressione si sono procurati escoriazioni e contusioni guaribili in sette e quattro giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte, 1 oggi)