ASCOLI PICENO – La nuova pista ciclabile di corso Vittorio Emanuele sarà l’argomento di discussione dell’incontro che gli “Amici della bicicletta” di Ascoli hanno organizzato per mercoledì 15 alle ore 18 presso la libreria “Rinascita”, e al quale sono invitae le associazioni e la cittadinanza. Obettivo: raccogliere giudizi e proporre migliorie sulla corsia che l’amministrazione ha realizzato poche settimane fa, al centro di molte polemiche da parte di alcuni negozianti della zona e della Confcommercio.

Quest’ultima in particolare si era lamentata dello scarso coinvolgimento della categoria nella progettazione dell’opera, che sarebbe stata realizzata senza tenere in considerazione le esigenze di molti negozianti.

Dalla parte del sindaco, però, c’è stato nel frattempo anche il parere dell’Associazione di Commercianti “AscolinCentro”, polemica con il presidente della Confocommercio Cacciatori: «ci ha definiti ‘quattro gatti’: – scrivono i membri dell’Associazione in una nota – ebbene, noi crediamo che i nostri “miagolii” abbiano portato effetti benefici alla città, con i nostri associati (tra i quali molte delle più importanti attività commerciali del centro cittadino) che hanno contribuito con entusiasmo e con fior di quattrini alle nostre iniziative proprio perché convinti della bontà degli obiettivi che ci siamo posti. Al gentilissimo quanto sempre reattivo Cacciatori, quando si tratta di criticare, chiediamo a questo punto una cortesia: se proprio deve etichettarci, ci chiami almeno ‘gatti di vicolo miracoli’, perché in poco più di un anno abbiamo fatto dei veri e propri miracoli…»

Tornando alla pista, abbiamo chiesto al sindaco Castelli come mai questa non sia stata realizzata a ridosso del periodo primaverile o in piena estate, con la bella stagione che avrebbe stimolato ancora di più l’utilizzo delle biciclette da parte dei cittadini.

«Il progetto era iniziato già da tempo, – ha risposto il sindaco – contavamo di inaugurarla a Luglio, poi putroppo i tempi si sono allungati ma non potevamo aspettare oltre» . Sulle polemiche Castelli non ha dubbi: «la cittadinanza ce lo chiedeva: sono molto di più coloro che sono favorevoli rispetto ai quelli che la contestano».

La speranza è che l’incontro di mercoledì possa vedere la partecipazione di tutte le categorie e possa servire a rasserenare gli animi e trovare un punto di incontro su un opera, quella della pista ciclabile, che andrebbe magari rivista e migliorata, ma che è indispensabile per una città come Ascoli, che deve proseguire nella rivitalizzazione del centro storico anche incentivando l’utilizzo dei mezzi di trasporto più ecologici, stando al passo con molte realtà italiane ed europee.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 278 volte, 1 oggi)