CASTEL DI SANGRO – MARTINSICURO 1–1 (1 –1)

CASTEL DI SANGRO: Taglienti 6, Ricci 5.5, Caserta M. 6.5, Costabile 5.5, Lucignano  6, Stellato 5.5 (12’ st Viola. 5.5),  D’Amico 6.5, Petrosino 5.5 (27’ st Comparetti ng) Campanella 6, Troise 5.5 (28’ st Di Cesare ng), Di Padova 6. A disp. Caserta E., Caruso, Donatelli P., Donatelli D. All. Monaco.

MARTINSICURO: Carfagna 6.5, Vallese 6, Piergallini 5.5, Scarpantoni 5.5, Paci 5.5, Capretti 5.5, Picciola 5.5 (30’ st Cimbelli ng), Carboni 6, Rossi Finarelli 6.5 (38’ st Capretta ng), Tarantella 6, Massetti 5.5 (14’ st Nepa 5.5). A disp. Damiani, De  Dominicis, Cusano, Ulissi. All. Fanì

Arbitro Avellani de L’Aquila 5.5 (Pellicciotta e Ferrante)

Reti: 29’ Caserta, 40’ Rossi Finarelli.

Note: Ammoniti Stellato e Viola (CdS), Carfagna (M), angoli 7–4 per il CdS, spettatori 250 circa

CASTEL DI SANGRO – Primo punto in eccellenza per i truentini che al Patini di Castel di Sangro hanno giocano una gara  orgogliosa riuscendo ad uscire imbattuti. Mister Fanì deve rinunciare alla punta Capretta, reduce da un infortunio che ne ha delimitato gli allenamenti, e nel 4/2/3/1 schiera sulla sinistra Massetti in un atteggiamento più coperto sulla fascia.

Cambiano anche i terzini, con Vallese che torna sulla destra e Piergallini a sinistra, con Cimbelli che va in panchina. A centrocampo torna capitan Scarpantoni anche se non è al massimo della forma fisica. Primo acuto al 7’ con un colpo di testa di D’Amico che trova la deviazione in angolo di Carfagna. Risposta di Rossi Finarelli in diagonale ed è bravo Taglienti nella deviazione.

Alla mezz’ora i locali vanno in vantaggio con una bellissima stoccata  da trenta metri di Caserta. Un siluro che si insacca all’incrocio. Gli ospiti trovano il pareggio dopo dieci minuti, quando Tarantella fa filtrare un passaggio in piena area, mettendo Rossi Finarelli davanti al portiere. Il  tap-in del centravanti biancazzurro non lascia scampo.

La ripresa si apre con un’azione che poteva rompere l’inerzia dell’incontro. Corre il 3’ quando  arriva una palla lunga in area del Martinsicuro, su cui si proietta Di Padova. Carfagna, in anticipo, si tuffa per la deviazione con l’attaccante locale che cade in area. L’arbitro, peraltro

coperto dall’azione, indica il dischetto tra le proteste dei giocatori del Martinsicuro. Carfagna rimedia anche il giallo, e non viene neanche consultato il guardialinee che aveva la visuale libera a pochi metri dall’azione. Dopo le proteste sul dischetto va Troise, ma Carfagna riesce nella deviazione in angolo.

La gara si spegne tra la girandola delle sostituzioni, e la cronaca vede al 33’ un forte tiro da fuori di Scarpantoni, deviato dal portiere, ed al secondo dei 4 minuti di recupero l’occasione sui piedi di Campanella, in presunta posizione di fuorigioco, che dal dischetto spara alto.

Un punto che muove la classifica delle due squadre, ma con gli allenatori che dovranno lavorare sodo per migliorarne le prestazioni.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 281 volte, 1 oggi)