SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si tira un (relativo) sospiro di sollievo in casa Samb per Cristian Pazzi, giocatore finora sempre decisivo: si temevano lesioni ai legamenti del ginocchio per il bomber rossoblu, colpito duro nel corso della gara contro la Civitanovese, ma la risonanza magnetica ha sciolto parzialmente i timori. Si tratterebbe solo di una distorsione, che comunque gli impedirà sicuramente di giocare domenica a Civitanova contro il Forlì.

La speranza è di rivedere Pazzi in campo per la terza giornata in quel di Fossombrone: la visita del dott. Orlando Di Matteo chiarirà l’entità esatta dello stop, che potrebbe rivelarsi anche più lungo. Salterà il match contro il Forlì anche il “puffo” Ivan D’Angelo, mentre dovrebbero esserci gli acciaccati Rulli e D’Aniello.

Diventa ora indispensabile, per l’attacco rossoblu, l’ok dalla Federazione per poter schierare in campo Santiago Bianchi, la cui vicenda ha dell’incredibile: la Samb ha sbrigato le procedure burocratiche fin da inizio agosto, ma tutto è ancora fermo per colpa di un fax che non arriva. Il presidente Sergio Spina si è recato a Roma in Figc per tentare di sbloccare la situazione: si spera che arrivi la buona notizia in tempo per il Forlì. In caso di nuovo forfait di Bianchi resterebbe l’opzione Carioti per far coppia con Covelli.

Lasciano la Samb, infine, i giocatori in prova Costanzo e Tamalio: per ora la rosa è a posto così, ma non si esclude qualche ritocco in caso di necessità (il mercato dilettanti chiude il 17 settembre, mentre per gli svincolati è sempre aperto).

SAMB-VENAFRO Si cerca un campo per il secondo turno “casalingo”, ossia la quinta giornata, in programma per domenica 26 settembre: quel giorno, infatti, sia la Civitanovese che il Grottammare saranno impegnati in casa. Samb e Prefettura stanno già cercando una soluzione.

GIUDICE SPORTIVO Nessuno squalificato in casa rossoblu, mentre tra i prossimi avversari del Forlì non sarà della gara il portiere Chiadini, squalificato per due giornate dopo l’espulsione subita dalla panchina «per aver rivolto espressioni irriguardose nei confronti del Direttore di gara».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 643 volte, 1 oggi)