GROTTAMMARE – Mercoledì 8 settembre, ore 21.30, al Teatro dell’Arancio di Grottammare, il 16° Incontro Nazionale dei Teatri Invisibili presenta lo spettacolo “Zona Paradiso” della compagnia Teatroscalo.

“Zona Paradiso” ruota attorno alle indagini sulla scomparsa di Grazia Losappio, una ragazza dalla vita apparentemente serena, senza ombre, gentile e disponibile con tutti. C’è un commissario, Mario Di Stefano, che interroga i vari condomini della palazzina per far luce sulla faccenda. La palazzina diventa così portatrice di sguardi diversi sulla vita: una galleria di solitudini che si raccontano, che prendono la deposizione come occasione per raccontare la propria vita. “Zona Paradiso” ha la struttura del giallo, ma qui non c’è un omicidio: c’è solo la scomparsa di una ragazza che non si ritiene degna di un appuntamento d’amore.

Il racconto dei coinquilini offre uno spaccato sul senso tragicomico dell’esistenza, di un quotidiano modesto e contraddittorio con cui ognuno si trova a dover fare i conti. Le indagini diventano un romanzo corale, riflessione su un’esistenza troppo spesso segnata dalla mancanza di comunicazione, da conflitti domestici, dalla sofferenza di chi si sente diverso, perché non al passo con i tempi, perché ha perso il lavoro, perché come Grazia non va fiera del proprio aspetto, e per questo teme lo sguardo inclemente di “un angelo che abita in Zona Paradiso”.

La Compagnia Teatroscalo nasce a Modugno (Bari) nel 2001 per opera dell’autore-regista Michele Bia e dell’attore Franco Ferrante. La ricerca di Teatroscalo avrà piena espressione prima in teatro, con l’allestimento de “Il Calapranzi” di Harold Pinter, e poi nel cinema con il corto “Meridionali senza filtro”, vincitore nel 2007 del David di Donatello.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 161 volte, 1 oggi)