ASCOLI PICENO – Non gli fanno affiggere un comunicato sindacale nella bacheca della Manuli Rubber. Secondo il sindacato Ugl, segreteria provinciale, martedì pomeriggio alle ore 15,00 il componente Ugl Chimici della rappresentanza sindacale unitaria dello stabilimento, Mirko Morganti, si sarebbe presentato davanti ai cancelli della Manuli ed avrebbe chiesto alla portineria di poter entrare in azienda per recarsi nel locale sindacale per un comunicato da affiggere in bacheca.

La portineria, secondo il racconto del sindacato, ha poi avvisato la Direzione della richiesta avanzata. La Direzione poi avrebbe negato a Morganti l’accesso in azienda “non consentendogli l’agibilità sindacale nell’ambito delle sue prerogative”.
Morganti ha avvisato immediatamente le forze dell’ordine; la Digos si è presentata davanti ai cancelli della Manuli ed ha verbalizzato l’accaduto.
Morganti, prima licenziato dalla Manuli, era stato reintegrato in azienda lo scorso luglio dal Giudice del Lavoro di Ascoli, rende noto il sindacato; e avrebbe chiesto di entrare in fabbrica per recarsi nella sala sindacale, stilare un documento ed affiggerlo in bacheca; ma poi sarebbe stato lasciato fuori dai cancelli.
“La Manuli così facendo non vuole dare esecutività ad una sentenza emessa dal Tribunale di Ascoli Piceno – dice la segreteria provinciale Ugl – denunciamo l’atteggiamento apertamente antisindacale della Manuli che agendo fuori dal diritto, vuole in maniera prepotente negare a Morganti di svolgere attività sindacale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 331 volte, 1 oggi)