MONTEPRANDONE – L’Istituto di ricerca Asteria ha accolto la visita di una componente di una delegazione proveniente dalla Polonia. La dottoressa Beata Frontczak ha avuto un importante incontro con alcuni funzionari dell’Istituto Asteria i quali hanno illustrato le caratteristiche e le attività svolte dall’ente. Con la collaborazione con la società di Konin, che si occupa di innovazione (Laboratorium Innowacji), si è consolidato ulteriormente il collegamento tra lo stesso Asteria e la Polonia, iniziato circa dieci anni fa.

«Riteniamo la Polonia un Paese estremamente interessante per le nostre aziende – ha sottolineato il presidente dell’Istituto Asteria Dante Bartolomei – considerando gli interessi sempre crescenti proprio per le attività che il nostro istituto sta portando avanti sia per quanto riguarda la ricerca per il settore agroitticoalimentare e sia nel settore dell’energia rinnovabile. La visita costituisce quindi un ulteriore tassello per individuare un quadro sempre più denfinito di collaborazione tra il sistema economico delle Marche e del  Piceno  in particolare e quello della Polonia».

I rapporti commerciali tra l’Italia e la Polonia evolvono negli ultimi anni secondo un trend crescente. Sia le esportazioni italiane verso la Polonia che le importazioni dalla Polonia negli ultimi anni risultano essere in costante leggero aumento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)