SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Ottenuta dal primo luglio la mobilità in deroga per tutto il 2010, i pagamenti delle mensilità sono in ritardo da due mesi. Non c’è pace per gli undici lsu della Val Vibrata nel travagliato percorso verso la stabilizzazione. Settimio Ferranti, presidente dell’associazione “Dalla parte giusta per la tutela del cittadino” annuncia che «se entro metà settembre non saranno inviati i pagamenti delle prestazione temporanee agli 11 lsu della Val Vibrata, non si esclude che una delegazione di lavoratori si incatenerà davanti alla sede Inps di Teramo. Se non dovesse bastare, si salirà anche fin sul tetto dello stabile, rimanendovi ad oltranza fino a quando non saranno pagate le mensilità pregresse».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 108 volte, 1 oggi)