CUPRA MARITTIMA – Con il concerto degli anniversari il “Cupra Musica Festival” rende onore ai grandi compositori del passato. Durante la serata di mercoledì 1 settembre a si è tenuto infatti il “Concerto degli anniversari”, quest’anno dedicato a Chopin (1810 – 1856) e Schumann (1810 – 1849). In una gremita sala della Villa Vinci Boccabianca si sono esibiti per un pubblico rapito ed entusiasmato, Katy Nataloni con il pianoforte, Jaime Gonzales all’oboe, Stefano Ricci al clarinetto, Yassue Hokimoto, giapponese che vive in Italia da diversi anni, al pianoforte, Toshihiko Ichitsubo alla viola, e l’affiatatissimo duo Hayahi composto da Toshiaki Hayashi al violoncello e sua moglie Yuka Hayashi al pianoforte. Per quanto riguarda il repertorio di Schumann gli artisti hanno eseguito le 3 Romanze per oboe e pianoforte, “Märchenerzählunghen” per clarinetto, oboe e pianoforte. Nella seconda parte dedicata a Chopin i musicisti hanno dato vita alla sonata dell’Opera 65 per violoncello e Pianoforte. Entusiasmo da parte del numerosissimo pubblico che, a seguito dei copiosi applausi, hanno ottenuto un bis.

Come preannucianto, questa edizione del “Cupra musica Festival” porta con se diverse novità. Oltre l’introduzione del mandolino e della prima volta alla rassegna dei diversi maestri come Giovanni Scaramuzzino, Toshihiko Ichitsubo e Stefano Ricci, fatto nuovo è anche il “Concerto Doppio” di giovedì 2 settembre alle ore 21 e alle ore 23 presso la Chiesa di Santa Maria in Castello, a Marano. Durante la serata si esibiranno allievi e maestri in un repertorio barocco. L’ingresso è come sempre gratuito e si consiglia di recarsi sul posto un po’ prima dato che la chiesa può ospitare un numero di persone limitato.

Ancora novità poi venerdì 3 settembre quando al mattino, più precisamente in occasione del concerto delle ore 9 nella cappella di Villa Vinci Boccabianca, il costruttore di flauti Salvatore Faulisi presenterà al pubblico e agli esperti in materia la “cordiera cantabile”. La nuova cordiera sblocca le vibrazioni della parte anteriore del violino attraverso un tiraggio diverso che crea una pressione omogenea: un’evoluzione nel campo della liuteria.

Il festival si conclude con la serata di venerdì 3 settembre, quando si terrà alle ore 21, nella splendida cornice offerta da Villa Vinci il “Premio Vincenzo Boccabianca”. Quest’anno il riconoscimento sarà assegnato alla violinista Silvia Marcovici, per la sua prestigiosa carriera. Durante la stessa sera l’artista si esibirà insieme al pianista Maciej Pikulski con le musiche di Bloch e Franch. La Marcovici riceverà un prezioso violino realizzato dall’esperto liutaio Luca Maria Gallo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 89 volte, 1 oggi)