ASCOLI PICENO – La Guardia di Finanza ha condotto un’articolata indagine di polizia giudiziaria disposta dalla Procura della Repubblica di Ascoli nell’ambito dei reati fallimentari, in relazione alla procedura fallimentare della Fast Delivery Srl, azienda operante nel settore trasporto merci su strada con sede a San Benedetto del Tronto.
L’attività svolta dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria ha permesso di accertare operazioni distrattive del patrimonio della società fallita attraverso la distruzione e/o l’occultamento delle scritture contabili, in modo da non consentire la ricostruzione del patrimonio societario, nonché la cessione di 8 autocarri ed 1 autovettura di grossa cilindrata, alcuni di proprietà della società fallita ed altri in locazione finanziaria.

In base agli indizi raccolti dalle Fiamme Gialle, sono stati denunciati a piede libero per bancarotta fraudolenta documentale e patrimoniale aggravata A.G. di anni 67, nato e residente ad Ascoli Piceno, Amministratore formale della Fast Delivery; A.F. di anni 38, nato ad Ascoli Piceno e residente a Colli del Tronto, amministratore di fatto della società; Augusto Mazzarelli, 43enne nato a Montemonaco e residente a Castorano, amministratore di fatto della Fast Delivery.

Nei confronti del Mazzarelli il Procuratore Capo della Repubblica Michele Renzo ed il Sostituto Procuratore Carmine Pirozzoli, valutati gli elementi giudicati “inconfutabili” a suo carico, hanno richiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari Carlo Calvaresi una ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria contestualmente al provvedimento per il furto degli automezzi della Spinelli Trasporti, eseguito nella stessa giornata di mercoledì.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 876 volte, 1 oggi)