CUPRA MARITTIMA – Ha 89 anni e per circa 10 anni ha prima soggiornato in riva al mare e poi, per i successivi 40 anni, è sempre stato fedele alla pensione “Il Castello” del Paese Alto. Parliamo del signor Pietro Nanni, di San Lazzaro in Savena in provincia di Bologna, che da 50 anni trascorre le sue estati a Cupra Marittima. Proprio per questo, durante la sera di venerdì 27 agosto, Mario e Iano Verdecchia, i titolari della storica struttura, hanno pensato di fargli una sorpresa a dimostrazione non solo della gratitudine per averli scelti durante tutto questo tempo, ma anche dell’affetto che naturalmente si è creato.

Per l’occasione hanno anche invitato il sindaco Domenico D’Annibali e l’amministrazione Comunale che ha omaggiato il signor Nanni con un pensiero: due libri sulla storia di Cupra scritti da Luciano Bruni, una conchiglia, esemplare che rappresenta il nostro museo malacologico di fama mondiale ed una targa ricordo. Il signor Nanni, commosso, ha ringraziato tutti per la sorpresa, e ha spiegato di essersi innamorato di Cupra per «la sua tranquillità, il clima e le persone». Nel corso degli anni inoltre Pietro ha portato a Cupra amici e parenti fino a tre generazioni, tutti rimasti piacevolmente colpiti dalla cittadina rivierasca, in questi giorni infatti Pietro è qui con il nipote Mauro e i pronipoti Enrico e Susanna.

Ha dichiarato il sindaco: «Naturalmente c’è sempre molta soddisfazione nell’ascoltare queste storie, persone come il signor Nanni che tornano a Cupra da generazioni e generazioni ci rendono tutti orgogliosi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 284 volte, 1 oggi)