SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Verrà presentato il 28 agosto a Civitanova Marche, dalla casa editrice Mursia, un romanzo fantasy al servizio dell’ambiente, scritto a queattro mani da  Lorenzo Amadio e Michelangelo La Neve,  che esordiscono nella letteratura di genere con il romanzo “Cyrus Dikto e la sinfonia dell’Immortale“, portando sulla pagina  la loro esperienza di pubblicitario e di sceneggiatore di fumetti.

Il risultato è un romanzo originale  che mescola gli ingredienti classici del fantasy, la lotta del bene contro il male, le antichi stirpi di saggi, i demoni, con linguaggi  nuovi che rimandano il lettore alla migliore tradizione delle graphic novel e al serrato linguaggio del mondo della pubblicità.

«Esordire a cinquant’anni nella letteratura per ragazzi è di per se un’avventura fantasy», dice divertito Lorenzo Amadio, originario di San Benedetto del Tronto, ex direttore editoriale del mensile internazionale Maxim, docente alla Facoltà di Scienze della Comunicazione di Teramo e un curriculum che vanta importanti collaborazioni  nel mondo della pubblicità come copywriter prima e poi come responsabile comunicazione.

«Cyrus Dikto  – continua Amadio – è un po’ come  i nostri figli: ha alle spalle un passato importante ma rischia di non avere un mondo decente in cui vivere. Insieme a  Michelangelo abbiamo immaginato che a cambiare le regole del gioco siano i ragazzi e l’energia sprigionata dalla loro amicizia».

Il protagonista del romanzo Cyrus ha tredici anni, l’eredità di un nome irlandese un po’ scomodo, un papà affettuoso ma pasticcione, una carriere scolastica difficile (i bulli non risparmiano neanche gli eroi del fantasy) e una madre antropologa scomparsa durante una missione scientifica. Ed è proprio inseguendo un misterioso omino che promette di fargli incontrare la madre, che il giovane finirà in prima linea nella lotta contro i demoni di DeuSatan ferocemente determinati a trasformare il pianeta in un deserto di rovine, con i suoicompagni  Mei Li, una piccola ragazza cinese e il messicano Pedro Peynal, tutti e tre legati dalla discendenza dall’antica stirpe dei Nodogon.

«Dare voce a immagini è il mio lavoro da sempre –  spiega Michelangelo La Neve, autore di  storie memorabili come la serie ESP, Il giorno dei Maghi, Sebastien X e collaboratore delle storie di Dylan Dog, Martin Mystere, Diabolik, Walt Disney e Raimbow –  in questo romanzo ho affrontato il percorso contrario, quello di trovare voci in grado di generare immagini».

Il romanzo, oltre a toccare temi attualissimi, tra i quali il disastro del golfo del Messico ( negli ultimi capitoli i tre protagonisti sfidano il demonio che è rinato sotto una piattaforma petrolifera e che non esita a inquinare il mare e a incendiarloed evitare che i Nodogon lo rinchiudano nel pozzo), e l’integrazione razziale tra questi amici, così diversi ma legati da radici comuni.

Il libro è un fantasy adrenalinico, definito “darkissimo” dal nostro Saturnino Celani. La casa editrice prevede dei prossimi incontri con gli autori ad Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto.

Per informazioni www.cyrusdikto.com

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte, 1 oggi)