SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovedì mattina la Polizia Municipale, che ha agito insieme a rappresentanti di altre forze di polizia, ha effettuato un nuovo servizio di controllo dell’abusivismo commerciale in spiaggia.

L’operazione ha interessato il tratto di spiaggia a sud del torrente Ragnola ed ha portato al sequestro di 40 capi di abbigliamento, 17 borse e 15 paia di scarpe contraffatti: nelle mani degli agenti infatti sono finiti prodotti recanti notissimi marchi, come quelli di una grande azienda calzaturiera marchigiana o di una maison di borse e accessori, ma di tutt’altra provenienza, venduti oltretutto a prezzi assolutamente inverosimili. Il che porta concludere che chi acquista questi prodotti è perfettamente consapevole che si tratta di merce contraffatta.

A tale proposito, ricordiamo che si rischia grosso: una legge del 2005 prevede l’applicazione di una sanzione amministrativa fino a 10mila euro a carico di coloro che acquistano merce contraffatta. Senza dimenticare che l’art. 648 del codice penale punisce con la reclusione da 2 a 8 anni e con la multa da 516 a 10.329 euro chiunque acquisti merce contraffatta configurando l’atto come “ricettazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 68 volte, 1 oggi)