ALBA ADRIATICA – Sospese le Bandiere Blu ad Alba Adriatica e Villa Rosa di Martinsicuro. E’ quanto si apprende dal sito ufficiale della Fee, l’organizzazione che assegna il riconoscimento alle località che rispettano criteri relativi alla gestione del territorio, tra cui l’ottima qualità delle acque, della gestione ambientale, dei servizi e della sicurezza. Caratteristiche che a Villa Rosa ed Alba Adriatica, con l’inquinamento del Vibrata, la conseguente morìa dei pesci e l’infezione di gastroenterite contratta dalla popolazione, sono evidentemente venute a mancare, ragion per cui la Fee ha deciso di sospendere il riconoscimento in attesa di ulteriori sviluppi. Un provvedimento giunto proprio in contemporanea con i risultati delle analisi dell’Arta fatte su campioni d’acqua il 23 agosto, che indicano valori tornati gradualmente nella norma rispetto ai dati diffusi in precedenza.

A Martinsicuro su sette prelievi effettuati sull’acqua di mare in prossimità della foce, i valori di escherichia coli  sono al di sotto della norma (500Ufc/100ml) in sei punti: 22 a 400 metri a nord della foce, 30 a 350m., 60 a 300m., 42 a 250m., 81 a 200m., 20 a 150m., per poi schizzare a 1900 a 100 metri dalla foce, dove c’è il divieto di balneazione. Valore che seppure alto è in evidente diminuzione rispetto ai 7mila registrati il 20 agosto.

Rientrati nella norma invece i valori degli enterococchi, (limite di legge 500 Ufc/ml) che vanno da un minimo di 14 a 400 metri dalla foce, ad un massimo di 200 a 100 metri.

Se Martinsicuro presenta ancora un punto con delle criticità, i dati sono invece rientrati nei limiti di legge sul versante di Alba Adriatica, con il mare che torna balenabile anche nei tratti dove negli ultimi giorni erano stati affissi i divieti a scopo precauzionale, fino a 300 metri dalla foce.

«Il mare di Alba Adriatica è pulito a balneabile – ha affermato il sindaco Franchino Giovannelli – e da oggi anche nel breve tratto a ridosso della foce oggetto di divieto. I dati relativi all’ultima campionatura delle acque di balneazione – ha aggiunto – testimoniano che alcune criticità sono oramai superate. Eventi che poi sono la risultanza del singolo problema registrato al depuratore consortile, che ha causato innegabili danni all’immagine turistica della nostra cittadina».

Il primo cittadino di Alba Adriatica ha indetto per giovedì  mattina una conferenza stampa per fare il punto della situazione sugli ultimi sviluppi legati all’inquinamento del Vibrata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.410 volte, 1 oggi)