SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel Partito Democratico c’è chi contesta la ricandidatura di Gaspari nel 2011 alle amministrative? Nei giorni scorsi sulla stampa locale era circolata questa notizia, smentita poi dal coordinatore comunale Pd Felice Gregori. Che aggiunge ai nostri taccuini: «Non mi risulta affatto che nel Pd si spinga per candidature alternative. I direttivi delle sezioni comunali si sono espressi, dicendo che secondo loro il candidato naturale per il 2011 è Giovanni Gaspari». Che vuole però passare per le primarie, vero Gregori?
La risposta del coordinatore “democrat” è questa: «Non abbiamo nessun problema, io dico sempre che è meglio perdere le primarie oggi piuttosto che le elezioni domani. Se si crede nel programma, se si crede nella coalizione, non c’è nulla di male nel far decidere la candidatura alle primarie. Anzi».
Secondo Gregori, dunque, non ci sono sentori “strani” nè voci apertamente in contrasto alla ricandidatura di Gaspari, seppur attraverso le primarie. «Addirittura si parla di un Perazzoli che contesta Gaspari. Dal suo intervento all’assemblea degli iscritti di lunedì sera questo non traspariva affatto. Per quello che mi riguarda, ho il sentore che la maggioranza degli iscritti Pd abbia sposato la ricandidatura di Gaspari, e ci crede molto. Non ci sono movimenti carbonari al nostro interno».
Nei prossimi giorni, Gregori intende sedersi attorno a un tavolo con i segretari politici delle varie forze dell’attuale maggioranza. Conoscere il nuovo segretario comunale dei Verdi, Roberto Capriotti, riallacciare il discorso in vista del 2011 con i rappresentanti dei partiti di centrosinistra dopo la pausa agostana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 334 volte, 1 oggi)