SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Sono un residente del quartiere Agraria e volevo segnalarvi lo stato d’abbandono in cui è tenuto un terreno in fondo a via Terracini».
Scrive così un nostro fedele lettore (che ci chiede di rimanere anonimo, glielo consentiamo in quanto il suo intervento non lancia accuse personali o potenziali diffamazioni ingiustificate) che vuole segnalarci uno stato di disagio e incuria all’interno di un quartiere, l’Agraria, e di una sua zona, la Santissima Annunziata, che neanche un mese fa è stato positivamente nelle cronache locali e non solo per la bella e riuscita vetrina dei campionati Europei di Pattinaggio. Poco lontano da via Terracini, infatti, c’è il bell’anello della pista di pattinaggio su strada, indubbiamente un bel dono al quartiere visto che ora dopo la partenza dei gruppi sportivi stranieri viene usato per i ciclisti, per passeggiare o per correre.
L’amministrazione comunale sta mettendo mano al travagliato quartiere Agraria e alla sua zona popolare, vittima di una crescita urbanistica disordinata, classica zona “dormitorio” concepita da un modo antiquato di vedere l’urbanistica del quale oggi professionisti e cittadini hanno pienamente compreso la portata socialmente disgregante ed esteticamente degradante. Una zona “dormitorio”, per giunta, dove un certo “blocco” immobilizzante è stato anche causato da un rimpallo di responsabilità fra Comune ed Erap, l’ente per le abitazioni popolari.

Comunque, fatto sta che i buoni interventi fatti finora dal Comune non bastano ancora. Le foto lo dimostrano. Il terreno, stando al nostro lettore, non viene ripulito da oltre un anno (guardando le foto non si stenta a crederlo) e a nulla sarebbero valse le numerose chiamate di protesta fatte ai Vigili Urbani per segnalarne lo stato d’abbandono. Secondo il nostro lettore, “rispondono sempre che segnaleranno il problema al Comune, ma finora non si sono visti risultati. E’ ovvio che lo stato attuale di quel terreno porta alla presenza di zanzare, mosche e di altri insetti”.

In via Terracini dovrebbe sorgere a breve il nuovo campo comunale di rugby. Vuoi vedere che si attende l’inizio dei lavori per dare una bella ripulita al terreno? E’ solo un’ipotesi, per carità. Ma una tosatura del prato, aspettando il tempio della palla ovale, non sarebbe cosa sgradita e deplorevole, tantomeno una grossa spesa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)