SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non si sono mai “amati”, adesso, però, la guerra da fredda o tiepida è diventata calda. Giuseppe Ricci, presidente di Itb Italia, associazione di Imprenditori Balneari, non le manda a dire al sindaco Giovanni Gaspari in merito alle « dichiarazioni del sindaco Gaspari nei confronti degli operatori turistici. La nostra categoria ha sempre investito il proprio lavoro, la propria passione e il proprio denaro al servizio della città. Inoltre gli associati dell’Itb Italia non hanno mai voluto per principio chiedere contributi a nessun ente nè tanto meno al Comune». «Ci hanno accusato – continua Ricci – di pensare solamente a “prendere”, noi ci sentiamo in dovere di deplorare quest’atteggiamento che purtroppo conosciamo fin troppo bene. Noi dell’Itb ci auguriamo che Gaspari riacquisti un po’ di credibilità dando le dimissioni. In campagna elettorale infatti aveva promesso di essere il sindaco di tutti, ora noi vogliamo sapere nomi e cognomi di questi “tutti”. Si è schierato contro chi lavora e produce lavoro per altri, la nostra città in questo modo sta andando allo sfascio». Ricci, in merito al mandato Gaspari, parla di “esperienza causale”: «Noi, a differenza sua, sappiamo accogliere, Europa permettendo, perché è il nostro lavoro quotidiano. E forse si sarebbe potuto preoccupare di più proprio della situazione europea visto che è a capo di un città come San Benedetto che vive prevalentemente di turismo. Noi nel frattempo da buoni marinai, speriamo che il vento cambi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)