ASCOLI PICENO – Nella giornata di mercoledì una donna ascolana si presentava in Questura all’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico diretto dal dottor Filippo Stragapede per denunciare che mentre si trovava all’interno della Chiesa di San Giacomo della Marca a Porta Cappuccina per svolgere attività di volontariato notava un ragazzo che si aggirava all’interno e che dopo un po’ si introduceva in un ripostiglio.
Insospettita, la signora si recava prontamente nel ripostiglio e si imbatteva nuovamente nel ragazzo guardandolo bene in viso e notando in particolare che lo stesso aveva un dente d’oro nell’arcata dentaria superiore. Lo stesso dichiarava di stare cercando il parroco e si allontanava rapidamente.
Giunta nel ripostiglio si accorgeva di essere stata derubata di 400 euro e di tutto il restante contenuto della sua borsa.
Gli agenti della Squadra mobile e dell’Upgsp si mettevano alla ricerca di foto di pregiudicati che potessero avere le caratteristiche somatiche descritte dalla signora e trovato chi gli potesse assomigliare veniva fatto vedere alla stessa unitamente ad altri soggetti simili.
La stessa riconosceva senza ombra di dubbio B.R.A. di anni ventidue di nazionalità rumena che veniva pertanto denunciato a piede libero per furto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 181 volte, 1 oggi)