ASCOLI PICENO – Le carceri italiane scoppiano e ci sono circa sessantamila detenuti mentre la capienza attuale si aggira sulle quarantamila.

Ad Ascoli Piceno, però, nel supercarcere di Marino del Tronto ci sono centocinquanta agenti di custodia per “soli centodiciotto detenuti. Autentica mosca bianca la situazione della casa di detenzione del capoluogo. Il paradosso del supercarcere di Ascoli è venuto fuori dal sopralluogo effettuato a Ferragosto dal consigliere regionale della Lega Nord Enzo Marangoni, che ha fatto visita anche ai carceri di Ancona, Camerino e Fermo.

Per il resto i carceri della Regione rispecchiano l’andamento nazionale con Camerino, il carcere più piccolo d’Italia, definito “domestico” dove i reclusi sono appena quarantanove mentre ad Ancona se ne contano 394. Peculiarità anche per il carcere di Fermo, un ex convento, pieno di difficoltà per la situazione logistica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 826 volte, 1 oggi)