SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Erano circa le ore 1,30 di sabato 14 agosto quando un individuo armato di pistola e con il volto coperto da un passamontagna si è presentato presso il casello autostradale di San Benedetto.

Il rapinatore era a bordo di una Fiat Punto rubata in precedenza con l’uso della forza al legittimo proprietario mentre era fermo ad uno dei semafori di via Colombo a Martinsicuro.

Il rapinatore, dopo aver mostrato l’arma alla casellante della Società Autostrade, gli ha consegnato un sacchetto intimandogli di mettervi il contante.

Ma la donna, mostrando freddezza e coraggio, per  tutta risposta ha calato fulmineamente la saracinesca protettiva della cabina blindandosi all’interno e chiamando immediatamente aiuto alla Polstrada.

Dopo pochi minuti sono arrivati sul luogo una volante della Sottosezione Polizia Stradale di Porto San Giorgio ed una della Squadra di Polizia Giudiziaria del N.O.A per accertamenti. L’autovettura è stata ritrovata poco dopo abbandonata in autostrada. Proseguono le indagini per risalire all’autore del tentato atto criminoso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 603 volte, 1 oggi)