SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le diverse giornate di mare agitato insieme ad improvvise raffiche di forte vento che hanno accompagnato le vacanze dei bagnanti sulla spiaggia della Riviera delle Palme in questi giorni di agosto, c’è stato prevedibilmente un gran da fare per i Bay-watch nostrani della cooperativa Riviera Service.

Molti gli interventi riguardanti anche il primo soccorso e l’assistenza a terra, la ricerca di bambini smarriti e il soccorso primario a persone anziane afflitte da malori come insolazioni e colpi di sole. Da evidenziare i salvataggi effettuati talvolta anche al limite delle condizioni atmosferiche, come quello di giovedì scorso riguardante quattro ragazze adolescenti turiste romane che a bordo di un pedalò se la sono vista davvero brutta.

Salvate per miracolo dal pronto intervento dei Le giovani ragazze dopo aver noleggiato un pedalò in uno stabilimento balnare all’altezza della rotonda di Porto d’Ascoli si sono trovate in seria difficoltà. L’improvviso arrivo di forte vento e l’alzarsi repentino del mare ha fatto perdere alle sfortunate la padronanza del natante. Il mare, a quel punto agitatissimo, le ha letteralmente scaraventate contro la scogliera. Due di loro sono finite in mare e poi contro la scogliera stessa riportando varie escoriazioni su tutto il corpo mentre le altre sono riuscite a malapena a rimanere a bordo del pedalò che nel frattempo si era incagliato sugli scogli.

Decisivo a quel punto l’intervento dei tre bagnini che accortisi dalla riva di quanto stava accadendo si erano già organizzati per effettuare il soccorso. Prima che la situazione degenerasse i tre bay watch erano sul posto e dopo aver issato le ragazze sui pattini di salvataggio non senza difficoltà le hanno trasportate a riva dove le malcapitate hanno potuto far ricorso alle cure mediche necessarie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.627 volte, 1 oggi)