NERETO – Alberto Pompizi, presidente dell’Unione dei Comuni, chiede un incontro con il Governatore Gianni Chiodi – già sollecitato nei mesi scorsi senza riscontro – per porre all’attenzione del Presidente della Regione Abruzzo la scheda Fas da 12 milioni di euro redatta dalla Città Territorio, riguardante il disinquinamento del torrente Vibrata e la realizzazione di un percorso turistico, culturale e naturalistico che colleghi il mare, la collina e la montagna.

Un progetto che coinvolge 12 Comuni e complessivamente 80mila abitanti.

«Non è un intervento di modeste dimensioni – si legge in una nota – ma di particolare oltre che di vitale importanza per l’ambiente (la Goletta Verde ha indicato il Vibrata come uno dei corsi d’acqua più inquinati in Italia) che deve essere tutelato attraverso il ripristino di quelle condizioni igienico sanitarie del Vibrata e, di conseguenza, della fascia del mare Adriatico interessata dal comprensorio dell’Unione di Comuni»

Per la Città Territorio «riuscire a far approvare la scheda Fas vibratiana intervenendo sul territorio, vuol dire anche offrire ai residenti e alle imprese una diversificazione di offerta del lavoro oltre che il rilancio dell’economia locale in forte crisi da diversi anni».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 115 volte, 1 oggi)