SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Il Cicas Abruzzo proroga di 26 settimane la mobilità in deroga agli lsu della Val Vibrata e i fratelli Ferranti interrompono lo sciopero della fame a rotazione che andava avanti da 52 giorni.

La protesta del presidente dell’associazione “Dalla parte giusta” si tramuta così in un ringraziamento nei confronti di quanti si sono prodigati per assicurare la continuità del reddito fino al 31 dicembre 2010 agli 11 lavoratori socialmente utili vibratiani.

«Un provvedimento del Cicas più che mai dovuto – afferma Settimio Ferranti – che consente una momentanea tranquillità ai lavoratori in attesa che si individuino i percorsi più idonei, a seconda dei casi, per il reinserimento lavorativo, per l’accompagnamento alla pensione degli lsu untracinquantenni attraverso lavori socialmente utili, o per la fuoriuscita volontaria dal bacino regionale degli lsu mediante incentivi, in maniera tale da risolvere definitivamente l’annosa vertenza che coinvolge gli undici lavoratori della Val Vibrata».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)