ASCOLI PICENO – E arriva il trasporto a chiamata per disabili da parte della Provincia di Ascoli. Lo annuncia l’assessore ai Trasporti Filippo Olivieri, il quale parla di un impegno concreto che si è portato avanti in sinergia e stretta collaborazione con i Comuni, le Associazioni degli utenti diversamente abili e l’Azienda di Trasporto. Un primo risultato è stato conseguito con l’immediata attivazione da parte dell’Amministrazione Provinciale di un servizio a “chiamata” sia per le linee urbane che per quelle extra-urbane, fruibile attraverso una telefonata al numero verde dell’azienda .
«Il servizio a chiamata, che va incontro alle legittime richieste delle associazioni, non costituisce un punto d’arrivo, ma è solo la prima tappa di un piano di lavoro il cui obiettivo è quello di sviluppare un sistema di trasporto integrato per le persone diversamente abili che possa venire incontro alle varie esigenze e attenuare difficoltà e barriere – ha ricordato l’Assessore provinciale ai Trasporti Filippo Olivieri – abbiamo, infatti, iniziato un percorso che passa attraverso la predisposizione di uno studio da cui possa scaturire tutta una serie di progettualità e di interventi capaci di rimuovere gli ostacoli (spesso strutturali) ad una piena fruibilità dei servizi di linea dell’intero territorio provinciale».
Molteplici e complesse sono le problematiche da affrontare e che richiederanno un impegno di programmazione economica come la dotazione di pedane di accesso/scivoli per tutti gli autobus, attraverso una politica costante di rinnovo del parco veicolare, la fruibilità delle fermate per gli utenti con disabilità, ma anche il controllo delle stesse in modo che rimangano sgombre da veicoli in sosta o altri impedimenti.
L’Assessore Olivieri ha, anche, annunciato che è attualmente in fase di ultimazione progettuale un primo intervento per dotare di autobus attrezzati con pedana il principale servizio di linea di trasporto extra-urbano della Provincia, ossia la direttrice Ascoli Piceno–San Benedetto del Tronto.
«Sono, inoltre, allo studio – ha confermato l’Assessore Olivieri – azioni mirate alla fruibilità degli autobus da parte delle persone ipovedenti. Si tratta di tutte problematiche importanti su cui la Provincia è fortemente sensibile ed intende avvalersi del prezioso supporto delle associazioni degli utenti diversamente abili che sono i soggetti più idonei a segnalare necessità individuali e collettive ed a fornire i suggerimenti più appropriati e opportuni per programmare al meglio attività e progetti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 96 volte, 1 oggi)