OFFIDA – Pronti, via: finalmente è arrivato il momento dei Mondiali di Ciclismo Juniores ad Offida, che rappresentano per la cittadina picena una tre giorni da protagonista. La città è stata tirata a lucido per accogliere atleti e spettatori e già questa mattina in Piazza del Popolo e in tutti i vicoli del centro storico di respirava un’aria internazionale con  numerose lingue che si mescolavano tra loro.
Entusiasta il sindaco Valerio Lucciarini che nella conferenza stampa di presentazione non ha nascosto l’orgoglio di vedere affiancato il nome di Offida a quello di grandi città internazionali che hanno ospitato in passato il grande evento. Affiancato dal Presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani, dal vicesindaco Piero Antimiani e da Gianni Spaccasassi, Presidente della Società Ciclistica Amatori Offida, che per primo si è adoperato per ospitare i Mondiali, Lucciarini ha ricordato lo sforzo compiuto per ospitare un evento di portata internazionale.
«Voglio sottolineare l’impegno congiunto delle istituzioni, in primis Comune e Provincia – ha detto – un fatto non usuale, a testimonianza che quando si lavora per un evento così importante, lo si fa solo per raggiungere l’obiettivo di promuovere il territorio. L’impegno del Comune è stato enorme con un esborso complessivo di circa 220 mila euro, ma ritengo che ne sia valsa la pena perché già da qualche tempo il nome di Offida circola con insistenza a livello nazionale e internazionale e il ritorno mediatico è già stato significativo. Per questo voglio ringrazio Spaccasassi e il presidente della Provincia Celani».
«Abbiamo creduto fin dall’inizio a questo evento – ha spiegato Celani – perché la Provincia ha il compito di gestire la promozione nell’area vasta. Questo tipo di eventi sono di importanza fondamentale perché non si esauriscono con l’aspetto agonistico, ma promuovono il territorio a tutto campo, dall’arte, al paesaggio, all’enogastronomia, risorse che fanno del nostro territorio un unicum. La nostra è una provincia sana, con principi solidi e il fatto che Offida, una piccola cittadina possa ospitare un evento di tale portata, ne è una testimonianza tangibile».
«L’idea di ospitare ad Offida i Mondiali di Ciclismo è maturata tre anni fa – ha spiegato Gianni Spaccasassi – ma in tutta onestà temevo che non potessimo riuscire nell’impresa. Il lavoro congiunto della nostra società, del Comune e della Provincia è stato veramente efficace e ora siamo qui a vivere questo sogno con gli atleti di ben 49 nazioni a percorrere le strade di Offida e di tutta la Vallata del Tronto».
Proprio sull’opportunità non solo per Offida, ma per tutto il territorio ha puntato Piero Antimiani che ha illustrato le iniziative collaterali dei Mondiali: dal lavoro fatto dagli studenti delle scuole che hanno realizzato un monumento, alla mostra di biciclette d’epoca in corso alla Vinea, i Borghi nel Borgo, raduno delle città marchigiane inserite nel circuito dei Borghi più Belli d’Italia, al Premio Tonino Carino, dedicato al giornalista recentemente scomparso, a Ciclo Divino che porterà i turisti alla scoperta delle cantine del territorio, vero e proprio tesoro. La cerimonia d’apertura dei giochi è in programma giovedì sera a partire dalle ore 20,30.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)