SAN BENEDETTO DEL TRONTO . Con la delibera 59 del 1° luglio scorso il Consiglio Comunale ha approvato le modifiche da apportare al “Regolamento concernente norme sulla utilizzazione del litorale marittimo del Comune per finalità turistiche e ricreative” avviato nel 2002 ma che aveva già subito diverse rivisitazioni nel 2005, nel 2006 e nel  2008.

La motivazione principale che ha spinto l’Amministrazione Comunale ad aggiornare il regolamento citato è stata quella di adeguarne il contenuto alle disposizioni in materia urbanistica introdotte dalla Variante al Piano Regolatore di Spiaggia, approvato con Deliberazione Consiliare n° 17 del 22 marzo 2010. In tale chiave di lettura vanno lette, ad esempio, le norme che riguardano le spiagge libere, le zone destinate all’alaggio e alla sosta di imbarcazioni, l’introduzione di un articolo dedicato all’individuazione delle aree adibite allo svolgimento di manifestazioni ricreative e sportive a carattere temporaneo, nonché le prescrizioni per i concessionari finalizzate a rendere l’arenile sempre più accessibile anche da parte dei soggetti diversamente abili.

Allo scopo di enfatizzare la vocazione turistica del nostro territorio, inoltre, è stato esteso il periodo di durata della stagione balneare che, fermo restando il suo inizio già previsto per il 1° aprile, vede allontanarsi il suo termine, ora fissato per il 31 ottobre di ogni anno. E’ stato ampliato, inoltre, anche l’obbligo dei concessionari di garantire lo svolgimento della propria attività di balneazione, che attualmente va dal 1° giugno al 15 settembre, con apertura dalle ore 09  alle ore 19, anche se, al fine di scongiurare ulteriori incidenti e sciagure in mare, è stato precisato che, dalle ore 09.00 alle ore 09.30 e dalle ore 18 alle ore 19, gli stabilimenti balneari e le aree di spiaggia libera sono aperti per sola attività di elioterapia, adottando le misure prevista dall’Ordinanza della locale Autorità Marittima.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 344 volte, 1 oggi)