ASCOLI PICENO – Le Fiamme Gialle della Compagnia di San Benedetto del Tronto, dopo approfondite indagini, hanno individuato e sequestrato sei antiche anfore di interesse archeologico tenute nascoste in due appartamenti di San Benedetto. Due persone sono state denunciate a piede libero per “Impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato” e rischiano una pena di reclusione fino a tre anni e una multa da 31 a 516,50 euro. Le anfore sono apparse quasi tutte in ottimo stato.

La Guardia di Finanza ribadisce in una nota il proprio particolare impegno per il recupero di patrimonio artistico ed archeologico nazionale, «continuamente esposto a molteplici rischi di degrado, manomissione e sottrazione per via dei rilevanti interessi economici che muovono il mercato clandestino. Proprio per questo per chiunque abbia bisogno di informazioni in merito al comportamento da tenere in occasione di acquisti o ritrovamenti fortuiti di beni di valore artistico o archeologico» si segnala il link
http://www.gdf.it/gdf_per_il_cittadino/consigli_utili/info1309966756.html

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)