SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Notte di lavoro intenso per i Vigili del Fuoco quella tra venerdì e sabato. Prima, verso le 20,30, sono dovuti intervenire in via Bissolati pe spegnere una cucina andata a fuoco, per fortuna senza gravi conseguenze.

Nella notte poi, verso le ore 2,50, due mezzi e sei uomini sono dovuti accorrere in un garage seminterrato  di un condominio situato in via 4 Novembre, all’incrocio con via Mare a Porto D’Ascoli .

Una delle macchine parcheggiate, una Porshe Cayenne ha preso fuoco ed è stata in breve tempo avvolta dalle fiamme che si sono propagate anche a due motorini parcheggiati proprio dietro l’automobile.

L’incendio ha poi iniziato ad attecchire il soffitto e minacciava di espandersi verso gli altri 6 automezzi che in quel momento si trovavano nella rimessa.

Nello stesso luogo , in un angolo, c’erano depositate anche due bombole del gas che, fortunatamente, sono state messe in salvo tempestivamente dagli uomini dei Vigili del Fuoco, evitando così conseguenze ben più gravi.

All’arrivo della Polizia, tutta la zona è stata bloccata mentre sono stati avvisati i residenti che per maggior sicurezza sono stati pregati di uscire dalle loro abitazioni e mettersi al sicuro in strada.

L’opera di spegnimento è durata circa due ore, con l’uso di autoprotettori e getti schiumogeni. L’auto e i due motorini sono andati completamente distrutti. Fortunatamente le fiamme sono state domate prima che potessero raggiungere le altre macchine ed evitare così una reazione a catena dagli esiti catastrofici.

La Polizia Scientifica, che nella mattinata di sabato ha fatto un ulteriore sopralluogo, sta cercando di risalire alle cause di un incendio che appare  anomalo. Difatti nel garage non ci sono impianti elettrici o altro del genere che possano far pensare ad un corto circuito. Tutte le ipotesi sono al vaglio compreso quella del dolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.586 volte, 1 oggi)