COLONNELLA – Una pista ciclabile per percorrere in sicurezza il tratto di provinciale 1 che da san Giovanni di Colonnella arriva fino alla statale 16 ai confini con Martinsicuro. Un progetto di circa 140mila euro messo in cantiere dalla Provincia di Teramo e che è stato illustrato nei dettagli dall’assessore provinciale alla Viabilità Elicio Romandini e dal vicepresidente Renato Rasicci, che hanno incontrato i cittadini di Colonnella nei locali del ristorante La Briglia nella frazione di San Giovanni.

«Un intervento inserito nel piano dei lavori pubblici della Provincia per il 2010 tra le opere di straordinaria manutenzione – ha affermato Romandini – poiché la percorribilità in sicurezza del tratto di provinciale tra San Giovanni di Colonnella e la Statale è un problema che si avverte da tempo». I 700 metri in questione infatti risultano attualmente estremamente pericolosi per chi li percorre a piedi o in bicicletta, per via delle carreggiate strette e la mancanza di illuminazione.

Nello specifico la pista verrà realizzata sul lato destro della strada in direzione mare e verranno anche allargate nel contempo le due carreggiate di marcia, per una larghezza complessiva di 10 metri e mezzo. L’ampliamento andrà ad intaccare in parte un’area privata di proprietà della ditta Bernardini. I titolari, a seguito di un incontro con Rasicci e Romandini, hanno dato piena disponibilità alla realizzazione dell’opera, e anzi forniranno gratuitamente una parte dei materiali necessari ad effettuare i lavori. «Per questa disponibilità la Provincia ringrazia la ditta Bernardini – ha aggiunto Romandini – per l’accordo raggiunto che permetterà al progetto di partire quanto prima».

I lavori, in base a quanto previsto, inizieranno a primavera 2011 e riguarderanno anche la copertura del canale che costeggia la strada, e microinterventi di riasfaltatura nei tratti più danneggiati.

Nel corso della serata in cui assessore e vicepresidente hanno illustrato il progetto nei dettagli tecnici attraverso una serie di proiezioni, è stata sollevata dal gruppo di opposizione guidato da Matteo Marchetti la questione della scarsa percezione della sicurezza da parte dei cittadini che vivono nei pressi della Bonifica del Tronto. Rassicurazioni sono state fatte a tal proposito dal vicepresidente Rasicci sull’impegno del Prefetto Soldà nella lotta alla prostituzione e agli episodi criminosi ad essa correlati, con un rafforzamento delle azioni di pattugliamento e controllo della zona.

Assente all’incontro l’amministrazione comunale Iustini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 161 volte, 1 oggi)