ASCOLI PICENO – E’ stato presentato questa mattina (lunedì 26 luglio), nella suggestiva location della Sala della Vittoria della Civica Pinacoteca, il Palio della Quintana di agosto 2010. Il bellissimo drappo è stato realizzato dagli allievi (Rubina Tosti, Simone Michetti, Elia Capriotti, Denise Vannicola, Greta Giostra, Giorgia Iacone) e dai docenti dell’ istituto statale d’arte ‘O. Licini’ in occasione del cinquantennale della scuola.

«E’ un modo concreto per celebrare i primi 50 anni di attività del prestigioso Istituto artistico, palestra per varie generazioni di giovani appartenenti al mondo dell’arte contemporanea – spiega il direttore dei musei civici, Stefano Papetti – Facendo ricorso ad una figurazione che attinge al mondo fantasy, oggi in gran voga presso il pubblico giovanile, il palio mostra uno scontro che avviene nel cielo fra due mostri alati, cavalcati da guerrieri armati. Sullo sfondo si intravvede lo scorcio di una città del futuro, che nelle sue linee architettoniche propone alcuni riferimenti ai principali monumenti della città di Ascoli Piceno. Si tratta indubbiamente di una rivisitazione moderna dell’antica iconografia sfruttata per i pali del passato, che siamo certi, potrà esercitare una forte attrazione sul pubblico giovanile richiamando un mondo figurativo a loro caro».

La tecnica utilizzata per realizzare il Palio è quella della pittura ad olio su tela per quanto riguarda il soggetto, mentre per il cielo è stata applicata una base ad acrilico, così come gli stemmi dei Sestieri e del Castelli dei paesi della cornice, realizzati minuziosamente. Il disegno definitivo – come spiegano gli autori del Palio – è stato scelto in seguito alla realizzazione di diversi bozzetti ispirati dalle moltissime illustrazioni fantas, la cui ricerca è avvenuta tramite la consultazione di testi cartacei ed immagini contenute nel web.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 425 volte, 1 oggi)