SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiama Giovanni Capriotti, aveva 49 anni ed era di Castel di Lama, l’uomo il cui corpo è stato rinvenuto in mare domenica mattina.

Secondo le ricostruzioni, aveva fatto il bagno in mare intorno alle sette e trenta del mattino, fuori dall’orario di vigilanza dei bagnini, all’altezza della concessione numero 71. Poi alle 9 di domenica mattina alcuni bagnanti, nel tratto di spiaggia dove si trova lo stabilimento Vela Club (concessione numero 89), hanno avvistato a largo un corpo.

Il proprietario dello chalet si è prontamente recato a largo con un pedalò, dove ha trovato il cadavere, portato in quel punto dalla corrente.

Sono ancora da verificare le cause esatte del decesso. Non si può che rinnovare l’invito, in questo week end di mare mosso e agitato, ad evitare di fare il bagno, o quantomeno farlo in condizioni di massima sicurezza, cioè senza allontanarsi troppo da riva e da soli, ed evitare di tuffarsi fuori dagli orari di vigilanza dei bagnini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.418 volte, 1 oggi)