SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Il Quartiere Marina di Sotto è pronto a tutto, anche a gesti clamorosi». L’avvertimento arriva da Gabriele Franceschini, ex assessore alle Politiche Sociali e abitante della zona, che denuncia la precaria situazione dei residenti di Via Poggi, Via Serpieri e Via del Correggio.

Tutta colpa del comodato d’uso stipulato tra il Municipio e la proprietaria di un lotto che però non sarebbe stato mai pagato dall’amministrazione cittadina: «Ad oggi il comune risulta inadempiente. Non ha infatti provveduto a formalizzare l’iter conseguente mediante la procedura d’acquisto delle suddette aree».

Ciò starebbe convincendo la padrona del terreno a riappropriarsi di quei metri, procedendo addirittura alla recinzione degli stessi: «Se accadesse – lamentano i domiciliati – sarebbe un atto legittimo, ma diverrebbe impossibile anche il solo transito di mezzi di soccorso e di pubblica utilità».

«Questo quartiere – prosegue Franceschini – negli ultimi quarant’anni ha subìto un’urbanizzazione selvaggia, ma allo stesso tempo non ha mai ricevuto interventi migliorativi. Chiediamo ufficialmente aiuto. E se nessuno ci ascolterà saremo pronti a bloccare la Statale 16»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 456 volte, 1 oggi)