ASCOLI PICENO – Prosegue nel Piceno l’impegno delle Istituzioni per promuovere iniziative a favore dell’occupazione delle persone con disabilità. Anche la Regione Marche ha recepito le indicazioni del Ministero del Lavoro per l’avvio di interventi progettuali a sostegno di questa  categoria sociale ed è stata inserita tra le 11 Regioni ammesse al progetto. Alla Provincia di Ascoli è stato conferito il compito di coordinamento e formazione iniziale, assegnato contestualmente al riconoscimento del ruolo di Provincia pilota e capofila.
L’Ente si è quindi prontamente mobilitato e, al tavolo regionale, ha proceduto alla nomina di un referente istituzionale per il progetto, provvedendo anche alla nomina formale dei componenti del GTO (Gruppo territoriale Operativo di coordinamento), l’organo che funge da interfaccia operativa e svolge azioni di monitoraggio e valutazione tra i diversi soggetti della rete. La designazione dei componenti di tale organismo è avvenuta la settimana scorsa nel corso di una riunione al Centro per l’Impiego di San Benedetto del Tronto alla presenza della dirigente del Servizio Formazione Professionale Matilde Menicozzi.
Fanno parte del GTO, oltre a funzionari del Centro per l’Impiego e del Servizio Formazione professionale e Politiche attive del Lavoro, anche rappresentanti di Inps, Asur (Z12 e Z13), Inail, Anmil, Unicam e l’associazione “La Meridiana”.
Nei prossimi mesi la Provincia provvederà all’adozione di strumenti operativi per agevolare l’inserimento e il reinserimento delle persone disabili (Legge 68/99). Particolarmente importante sarà la fase della formazione degli operatori che si snoderà in tre diversi step: formazione a distanza, in aula e addestramento on the job.
A conclusione del complesso iter, nel dicembre 2011, la Provincia procederà alla individuazione degli strumenti di monitoraggio e di valutazione (diario di bordo, il questionario lavoratore/azienda e il focus conclusivo) necessari per sottoscrivere protocolli di intesa tra lavoratori con disabilità e aziende del territorio. Da ricordare, che in tutte le fasi procedurali del progetto, la Provincia si avvarrà dell’assistenza tecnica di Italia Lavoro, società totalmente partecipata dal Ministero della Economia e delle Finanze.
«Risulta fondamentale programmare insieme ad altri attori istituzionali attività progettuali per migliorare il sistema di inserimento e di collocamento dei disabili nel mercato del lavoro – ha ricordato l’assessore provinciale al Lavoro Aleandro Petrucci – ed in questa prospettiva il progetto che stiamo portando avanti costituisce un’opportunità importante e ricca di sensibili risvolti sociali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 92 volte, 1 oggi)