ALBA ADRIATICA – Di origini milanesi, viveva ad Alba e faceva il Dj lungo la Riviera del Marcuzzo, fra il Piceno e il teramano. Arrestato nel corso di un’operazione condotta dal Commissariato di San Benedetto in una indagine coordinata dalle Procure di Ascoli e Teramo.
Aveva in casa due chili e mezzo di droghe: 1,2 chili di cocaina, 800 grammi di Mdma, una sostanza sintetica che si assume in polvere, molto usata in discoteche e rave perché non fa sentire la stanchezza delle lunghe ore di ballo, produce una tendenza alla socializzazione esagerata che può anche portare a spiacevoli inconvenienti, oltre che a comportamenti di cui ci si può pentire. Insomma, una droga chimica subdola anche per il fatto di non essere etichettata come una droga “davvero pesante”, quanto invece come un additivo per lunghe serate di sballo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.511 volte, 1 oggi)