CUPRA MARITTIMA – Una rievocazione storica che permetterà di riscoprire e apprezzare le origini e le tradizioni di Cupra: “Tempi d’aratura”. Sabato 24 e domenica 25 luglio in contrada San Michele l’associazione “Tourist Ok” darà vita a due giorni di festa nei campi. Si inizia sabato alle 18 con “Se mete la vota”, poi ci sarà l’arrivo ed il posizionamento della trebbia. Per la sera musica con il gruppo “B-folk, i ruspanti della Val d’Aso”.

Domenica 25 luglio la giornata inizierà alle 8.30 con il ritrovo dei trattori per poi spostarsi nel campo di aratura. Alle ore 12 è previsto il “Pranzo dell’aratore”, ovvero tagliatelle co “lì vrescì” (rigaglie di pollo), il pollo ruspante arrosto con le patate, l’insalata, il ciambellone al metro, caffè, acqua e vino compreso. Nel pomeriggio si terrà anche la benedizione dei trattori, l’aratura e poi la sera ancora musiche popolari. La gastonomia però non riguarda solo il pranzo dell’aratore; nei due giorni infatti alle 18.30 si apriranno gli stand e sarà possibile gustare “lu pepì cò lù lonzì”, “lu pepì cò la mortadella”, la braciola di maiale arrosto, il cocomero e bibite varie. Con “Tempi di Aratura” giunto alla sua terza edizione, si prefigge di incentivare la conoscenza del mondo contadino, mestiere indispensabile per lo sviluppo di Cupra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 694 volte, 1 oggi)