SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Per A.F. pregiudicato sambenedettese di 41 anni, è scattata la misura di custodia cautelare in carcere per fatti risalenti al maggio 2010, quando avrebbe offeso e minacciato di morte i suoi vicini di casa, utilizzando violenza fisica e danneggiando beni altrui. A disporre la cattura dell’uomo, il giudice per le indagini preliminari di Ascoli, Carlo Calvaresi, che il 14 luglio ha definito la condotta dell’indagato «un concreto pericolo, vista le recidive abitudini del soggetto».

I fatti che lo hanno condotto dritto in carcere sembrano far parte di in un piano criminoso che dal 2006 colpisce familiari e vicini di casa, e che tutt’ora non trova una fine (Rivieraoggi si era occupata del caso all’epoca dei fatti: Marittimo sambenedettese picchia vicini di casa).

A.F. è un volto nota alla giustizia locale. Un personaggio la quale condotta è stata spesso definita «pericolosa per la società che lo circonda». Un elemento che in quattro anni ha collezionato numerose denuncie per fatti di violenza, minacce e percosse per le quali esistono ancora dei procedimenti penali aperti e prossimi alla conclusione.

L’uomo rimarrà in carcere a disposizione delle autorità fino alla conclusione delle indagini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 701 volte, 1 oggi)