ASCOLI PICENO – Dura la polemica che parte dalle voci del Pd per la gestione estiva dei servizi basilari di Monticelli, che rimarrà sprovvista dal 5 luglio al 31 luglio della farmacia Comunale 3, chiusa per ferie.

Il disservizio estivo non è unico nella sua specie per i quasi 13 mila abitanti del quartiere Monticelli, ai quali è stato tolto, sempre il mese di luglio, quello di giacenza delle raccomandate.

«Puntualmente ogni anno la farmacia comunale 3 chiude per un mese e se non ricordo male le farmacie dovrebbero svolgere un servizio pubblico, soprattutto quelle comunali », dichiara Giampiero Giorgi, e continua la polemica scagliandosi contro tagli e le spese definite inutili: «Dalle strade piene di buche, alle inutili e pericolose rotatorie, ora anche nei servizi. La pratica del degrado è ormai applicata su tutto. Dell’efficienza e dell’efficacia non c’è più traccia».

Pare inoltre che per il volere di alcuni residenti, siano state rimosse anche delle panchine in legno, all’altezza di via dei Platani, probabilmente infastidito dalle “chiacchiere moleste” di alcuni pensionati della zona, che spesso le usavano come punto di ritrovo e ristoro dopo una passeggiata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)