SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due appuntamenti per diffondere idee e proposte nate direttamente nel mondo dei social forum e riguardanti il futuro e l’innovazione del territorio. Il 31 luglio e il 7 agosto la ProSbt, il primo comitato no profit composto rigorosamente da internauti, uscirà dalla realtà virtuale per raccontare e suggerire un Piceno diverso. Trasporti, viabilità, turismo e società: tematiche e progetti raccontati dei cittadini che vivono quotidianamente il territorio.

Nell’aprile del 2010 la ProSbt è approdata su Facebook come una scommessa: condividere un pensiero volto a migliorare il tessuto sociale del Piceno. Cinque mesi dopo, le opinioni sono mutate in progetti e l’iniziativa è diventata il più grande bacino di idee condivise per l’innovazione del territorio locale. Oggi il comitato si sente pronto a trasferire il cuore dell’iniziativa la dove il mondo virtuale finisce per confrontarsi direttamente con la realtà.

Due incontri pubblici per raccogliere consensi e allargare gli orizzonti proprio nel bel mezzo della stagione estiva.
Il primo, il 31 luglio in viale Risorgimento 9, alle ore 21, con la promozione di idee e proposte destinata a dimezzare le distanze tra turista e ricchezze ricettive del Piceno. Un’idea sostenibile anche attraverso una raccolta firme che si ripeterà il 7 agosto (nella stessa sede di viale Risorgimento 9 alle ore 21) con nuove tematiche appartenenti al mondo della disabilità.

Per il presidente della ProSbt Nazzareno Straccia, il pensiero che si propone alla cittadinanza è il frutto di una condivisione che conta circa 180 sostenitori aderenti al comitato on line: «Ci sentiamo pronti a stimolare le amministrazioni, riferisce Straccia, attraverso un bacino gratuito di idee pronte a rivoluzionare e razionalizzare il nostro territorio sempre più in lento decadimento».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)