SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sporcizia ed abusivismo: la Notte Bianca 2009 riuscì a distinguersi per i propri limiti piuttosto che per le attrazioni proposte. Ecco allora che dodici mesi dopo, in seguito anche alle molteplici critiche partite all’epoca da molti lettori e commentatori di Riviera Oggi, gli organizzatori della “maratona notturna” sambenedettese prevista per il prossimo 31 luglio sembrano intenzionati a non ricommettere l’errore triplicando attenzione e controlli.

«C’è stata una riunione alla quale hanno partecipato organizzazione, amministrazione comunale, Picenambiente e Forze dell’Ordine – ha annunciato Vincenzo Amato – I cestini verranno aumentati e i punti di raccolta rafforzati con due operatori che passeranno ciclicamente a raccogliere i rifiuti prodotti».

Uno sforzo sommato allo stesso tempo ai controlli sui venditori non autorizzati di alcolici che l’anno scorso invasero letteralmente la città: «I bidoni sequestrati furono ventinove», ha proseguito Amato che ha inoltre auspicato il rispetto delle regole e della campagna “no-alcol” da parte dei locali e chalet rivieraschi.

Patti chiari dunque, nella speranza che nessuno abbia intenzione di trasgredirli pure stavolta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 511 volte, 1 oggi)