ASCOLI PICENO – Ebbene sì: Mcdonald’s, simbolo universale del mangiare veloce globalizzato, ha chiuso i battenti decidendo di impacchettare i suoi hamburger surgelati e i bastoncini di pesce per lasciare il posto ad una banca. Si è discusso infatti in consiglio comunale della variante normativa per consentire alla ditta proprietaria Grillo Gasperi Giovanni & C. Srl, di eseguire dei lavori di straordinaria manutenzione per la conversione dell’esercizio da alimentare a terziario commerciale.
Gianfranco Bastiani (Pd) dichiara: «Non dimentichiamoci che Mcdonald’s fu realizzato in un’area verde facendo una variante urbanistica e per questo motivo non ho intenzione di votare questa delibera».
Nonostante i tentativi di opposizione da parte della minoranza la delibera è stata approvata con ventuno voti favorevoli.
Un altro punto focale è stato la presentazione della procedura di variante al piano regolatore delle aree produttive dell’agglomerato di Ascoli e Maltignano, redatta da Piceno Consid, che è stata sottoposta al parere del consiglio comunale. La variante prevede tra l’altro la realizzazione in zona Sant’Antonio ad Ancarano, di fronte alla ditta Gela, di uno spazio verde di proprietà della ditta stessa che in convenzione con l’amministrazione comunale vedrà il sorgere di un impianto sportivo destinato ai giovani.
«Vorrei illustrare questa variante in due punti – sottolinea Attilio Lattanzi – in primo luogo, è relativa al parere variante così proposto dalla Consid e secondo si riferisce alle indicazioni che intende dare l’amministrazione comunale circa le condizioni riferite al fatto di poter esprimere voto favorevole in merito.»
Anche questa delibera è stata approvata con ventidue voti favorevoli ed è immediatamente eseguibile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 878 volte, 1 oggi)