MARTINSICURO – E’ morto per un’asfissia da congestione Rinaldo Coccia, annegato ieri pomeriggio martedì 13 luglio in un tratto di mare nei pressi dello chalet “Riccardo” a Martinsicuro. A stabilirlo è stata l’autopsia eseguita oggi pomeriggio sul corpo del cinquantenne di Ancarano, che ieri aveva trascorso qualche ora in spiaggia ed aveva preso il sole sulle scogliere frangiflutti. L’uomo in base all’esame autoptico è entrato in acqua dopo aver mangiato, ed ha avuto una congestione che gli è risultata fatale.  Secondo alcuni testimoni si sarebbe tuffato dalla scogliera per recuperare gli occhiali che gli erano caduti. Nessuno si sarebbe però accorto del malore che ha colpito il cinquantenne, se non quando il suo corpo è riemerso dall’acqua ormai cadavere.

La salma è stata riconsegnata ai familiari e la magistratura ha dato l’autorizzazione per i funerali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 952 volte, 1 oggi)