ASCOLI PICENO – La Provincia delibera la richiesta di sospensione dei ruoli straordinari del Consorzio di Bonifica del Tenna Aso e Tronto .

Nella seduta di stamani, la Giunta Provinciale ha deliberato di chiedere al Consorzio di Bonifica del Tenna Aso e Tronto la sospensione dei ruoli emessi onde evitare l’aprirsi di un lungo contenzioso in ordine agli errori grossolani nell’attribuzione del ruolo a particelle od intestatari errati ed in ordine alla mancanza dell’avviso di accertamento che rende le cartelle esattoriali emesse nulle.

La decisione dell’Esecutivo provinciale, contenuta in un atto articolato, prende spunto dall’incontro promosso dall’assessore provinciale all’Agricoltura Giuseppe Mariani con l’assessore regionale Petrini e dalla richiesta di parere avanzata al Difensore civico da parte del presidente del Consiglio provinciale Armando Falcioni.

«La Provincia attraverso questo provvedimento – ha spiegato il presidente Celani – contando sulla ragionevolezza del commissario Soverchia, chiede la sospensione dei ruoli emessi perché il mondo agricolo Piceno, già gravato da una pesante crisi economica strutturale, non può essere ulteriormente appesantito da un provvedimento che, come più volte ribadito, si va ad aggiungere ai già alti costi di gestione che gravano sulla produzione agricola, contribuendo a ridurre il già basso margine di reddito. Chiediamo anche che la Regione – ha aggiunto Celani – ponga in essere ogni possibile azione volta alla conclusione di questa annosa questione anche contribuendo economicamente al risanamento del disavanzo finanziario 2002 e 2003 dell’ex Consorzio di Bonifica del Tronto, alla base di questo ruolo straordinario».

«Nell’atto – ha evidenziato l’Assessore Mariani – si auspica anche l’attivazione di un tavolo di confronto con la Regione, le Province interessate e le Organizzazioni Professionali Agricole e di Tutela dei cittadini per una migliore e condivisa risoluzione della questione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 983 volte, 1 oggi)