SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rotto il ghiaccio, applausi, e adesso si continua. Straordinaria e riuscitissima la manifestazione che ha avuto luogo il 12 luglio presso lo chalet “Stella Marina”, manifestazione che ha avuto come tema centrale  la cultura marinara di San Benedetto a fronte dello sviluppo turistico ai primi del ‘900.
L’iniziativa che ha sposato cultura e turismo, ha avuto nel presidente dell’Itb (Imprenditori Turistico balneari) Giuseppe Ricci e nel poeta Lorenzo Nico, i promotori e gli organizzatori, col sostegno dell’Assessorato alla Cultura, rappresentato dall’Assessore Margherita Sorge del comune di San Benedetto del Tronto.
Nel corso della serata turisti e appassionati di cultura locale hanno avuto modo di divertirsi e commuoversi a fronte delle divertenti scenette dialettali ed a momenti di alta poesia in vernacolo, grazie agli artisti dell’Associazione Teatrale “Ribalta Picena”, che hanno saputo rappresentare un mondo antico ma sempre vivo e appassionante, una vera “Commedia umana” in salsa sambenedettese.
Alla manifestazione ha dato, attraverso le parole della presidentessa Benedetta Trevisani, la sua più completa adesione l’Istituto per la conservazione del dialetto e delle tradizioni popolari del Circolo dei Sambenedettesi.
Quali presentatori della serata si sono alternati Giancarlo Brandimarte, Presidente dell’associazione Teatrale e Massimiliano Ossini, conduttore della Rai per il Programma “Linea verde”: in particolare, momenti emozionanti si sono avuti quando Ossini, nel presentare il libro di poesie vernacolari
Durante la serata è stato presentato il libro “Lu caléje” del poeta dialettale Giovanni Quondamatteo, il quale ha recitato la poesia dedicata a Belitte padre di Ricci Giuseppe e Stella che continuano con amore un lavoro iniziato alla fine dell’ottocento dai nonni Giuseppe e Stella la prima bagnina di San Benedetto.
Alla serata erano presenti, oltre a circa 300 persone, fra turisti e cittadini sambenedettesi, nonché  tanti rappresentanti della cultura e delle istituzioni.
Ha concluso la serata Massimiliano Ossini ricordando che il nostro dialetto, anzi la nostra lingua (che tale è il sambendettese), va diffuso e conservato presso le nuove generazioni come legame con la nostra storia e la nostra cultura e come tale va condiviso con popoli e culture diverse.
La serata, che ha avuto uno straordinario successo di pubblico sarà ripetuta nei prossimi giorni (mercoledì 14 presso lo chalet Rivabella e venerdì  16 presso lo chalet Malibù): seguiranno altre serate presso altri chalet fino al 1 settembre, quando ancora presso la “Stella marina” si concluderà questo straordinario tour, giustamente intitolato “Vernacolando sulla spiaggia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 372 volte, 1 oggi)