MARTINSICURO – Annega in mare dopo un pomeriggio trascorso a prendere il sole sulla spiaggia di Martinsicuro. E’ ancora da ricostruire la dinamica con cui un agricoltore cinquantenne di Ancarano, Rinaldo Coccia è deceduto nelle acque antistanti allo chalet Riccardo, dopo aver trascorso alcune ore disteso sugli scogli  frangiflutti a prendere il sole. L’uomo era da solo e, in base ad alcune testimonianze, sarebbe stato sugli scogli davanti allo stabilimento fin oltre le 17 di martedì. Poi è stato perso di vista, fino a quando il suo corpo è riaffiorato dall’acqua cadavere. In base alle ipotesi è possibile che l’uomo sia scivolato, oppure si sia tuffato per recuperare gli occhiali caduti in mare e abbia battuto la testa. Fatto sta che immediatamente sono scattati i soccorsi, è arrivata sul posto un’ambulanza del 118 ed una pattuglia dei Carabinieri ma per l’agricoltore non c’è stato nulla da fare, ed il corpo è stato trasportato all’obitorio di Sant’Omero.

I militari dell’Arma hanno atteso fino a tardi che la spiaggia si liberasse per vedere se si potevano recuperare i vestiti ed identificare la vittima, che al momento della tragedia aveva indosso solo il costume, ma non hanno trovato nulla. Il riconoscimento è avvenuto in tarda serata, quando verso le 22 i familiari, allarmati del fatto che Coccia non avesse ancora fatto ritorno a casa, hanno chiamato i Carabinieri, e i due fatti sono stati ricollegati. Dovrebbe essere effettuata oggi l’autopsia disposta dal sostituto procuratore per accertare le cause della morte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 956 volte, 1 oggi)